Loading

Chi siamo

STORIA

La Rotonda nasce nel 1980 dalla voglia di ritorno alle loro origini contadine dei fratelli Ezzelino (Mano) e Costantino Zanetti, con l’acquisto del primo ettaro di terreno e della villa oggi utilizzata come residenza di campagna.

Successivamente, nel 1985, l’intenzione di creare una vera e propria azienda agricola prende forma: acquistano quindi la cascina “La Rotonda” – cosi denominata per la presenza di una torre circolare del 1400 usata come osservatorio dei confini franciacortini – con i suoi quasi 30 ettari di area circostante.

Iniziano quindi i primi impianti dei vigneti, e la costruzione della cantina interrata, inaugurata nel 1992.

Da quei giorni ad oggi la nostra azienda vinifica uve provenienti dai 13 Ha di proprietà, gestiti completamente da personale interno: da questi 13 Ha otteniamo una produzione di ca 80.000 bottiglie.

PRESENTE

A seguire l’azienda oggi siamo cinque ragazzi 30enni.

Il nipote dei fratelli fondatori Alessandro segue l’amministrazione e la parte commerciale, il suo amico d’infanzia – l’attuale enologo, Giulio – dedito a ricercare sempre l’equilibrio sensoriale per ogni prodotto, ed il cantiniere Alessandro.

La gestione dei vigneti viene effettuata giornalmente dai nostri Luca e Gabriele.

Alessandro Giacobi
Amministrazione
 Contabilità dell’azienda e settore commerciale.
Una sfida quotidiana: sia per far conoscere la nuova veste aziendale, sia per far sì che ogni cliente sia soddisfatto.
Giulio Salti
Enologo
 Enologo e Agronomo dell’azienda, si occupa di tutto ciò che riguarda il processo produttivo: dalle lavorazioni di campagna, alle epoche vendemmiali fino alle vinificazioni e alla preparazione delle liqueur. Ha una predilezione per i lavori che sporchino le mani, dando quindi un ottimo contributo alle operazioni manuali sia in campagna sia in cantina.
Alessandro Lancellotti
Cantiniere
 Cantiniere della Rotonda da ormai 15 anni, è lui che si occupa della maggior parte delle operazioni manuali svolte in cantina, gestisce il magazzino dei beni di consumo e, se necessario, si trasforma in un efficiente lavoratore agricolo.